I soggetti interessati alla sospensione:

TUTTI I SOGGETTI CON VOLUME D’AFFARI NON SUPERIORE A 50 MILIONI DI EURO E NON ESERCENTI ATTIVITA’  NELLE FILIERE PARTICOLARMENTE DANNEGGIATE:

Sono sospesi i versamenti di:

–  ritenute reddito da lavoro dipendente e assimilati;
– contributi previdenziali e assicurazione obbligatoria;
– IVA

a condizione che  si sia verificata una RIDUZIONE DEL FATTURATO o dei corrispettivi relativi ad Aprile 2020 rispetto a quelli relativi ad Aprile 2019 pari o superiore al 33%

PROROGA  DI TUTTI I VERSAMENTI SOSPESI  AL 16 SETTEMBRE

Il  decreto rilancio  dispone un’ulteriore proroga della sospensione dei termini di versamento prevista dai decreti precedenti e prevede che tutti i versamenti sospesi debbano essere effettuati in unica soluzione entro il 16 settembre 2020 o in quattro rate mensili di pari importo con il versamento della prima rata entro la predetta data.